1 anno di isolamento in Austria

Gli assistenti digitali come eroi nella lotta all'isolamento sociale.

Esattamente un anno fa, il coronavirus ha costretto per la prima volta l'Austria a una chiusura nazionale. Il 16 marzo 2020, tutte le aziende, i negozi, gli istituti scolastici e le case di cura sono stati temporaneamente chiusi durante la notte, limitando in modo massiccio la nostra vita sociale. La protezione della popolazione, in particolare delle generazioni più anziane, ha avuto da quel momento in poi la massima priorità. Di conseguenza, siamo stati avvertiti di non socializzare con familiari e amici anziani. Ciò ha riguardato in particolare i nostri cari ricoverati in case di riposo e strutture assistenziali, che per mesi non hanno potuto ricevere visite e che da quel momento hanno dovuto affrontare la loro vita quotidiana in isolamento sociale. Oltre ai medici, agli assistenti ecc. che si sono sacrificati in prima linea, gli assistenti digitali si sono rivelati degli eroi nella lotta contro il coronavirus.

La digitalizzazione come opportunità

L'era digitale è iniziata molto prima della prima ondata di coronavirus, ma ha vissuto un boom superlativo nel 2020. Le famiglie separate si sono riunite con l'aiuto della videotelefonia. Grazie alla nostra innovativa Software JAMES Anche gli anziani più timidi dal punto di vista digitale hanno potuto rivedere le voci e i volti dei loro cari. Per conto dello Stato della Carinzia, abbiamo dotato la maggior parte delle nostre case di riposo del Tavoletta JAMESil tablet di videotelefonia per anziani. Ma anche il nostro Orologi di emergenza JAMES ha protetto gli anziani in isolamento con l'aiuto di un sistema mobile di chiamata d'emergenza a domicilio. I parenti che non hanno potuto assistere personalmente i loro congiunti a causa del coronavirus sono stati rassicurati dalla funzione di allarme dello smartwatch.

A distanza di un anno, dopo una lunga attesa, stiamo finalmente godendo dell'allentamento delle restrizioni e ci è permesso di rivedere i familiari anziani, a patto che vengano prese varie precauzioni di sicurezza come vaccinazioni, test COVID e maschere protettive. Anche le case di cura stanno gradualmente aprendo le loro porte e ora consentono visite di persona anziché digitali. Tuttavia, il valore aggiunto della digitalizzazione - non solo nel settore privato, ma anche in quello dell'assistenza e della sanità - verrà sempre più alla luce nei prossimi anni. Il nostro obiettivo è realizzare questo valore aggiunto con l'aiuto del software age-friendly di GIACOMO per comunicare con le generazioni più anziane e per eliminare la timidezza e lo scetticismo nei confronti dei dispositivi digitali.

 



Informazioni su JAMES

BRK Starnberg si affida a JAMES

L'associazione distrettuale BRK Starnberg sta ampliando il suo sostegno ai cittadini anziani introducendo l'orologio di emergenza JAMES B7, che consente una vita più indipendente e offre una comunicazione diretta con la centrale di emergenza in caso di emergenza. Il [...]
Maggiori informazioni

Progetto pilota Care about Care

Care about Care mira a potenziare gli attori degli ecosistemi professionali di assistenza domiciliare. Fornirà nuove opportunità di collaborazione e condivisione di informazioni basate sulle TIC per aiutare gli anziani a invecchiare [...].
Maggiori informazioni

Che cos'è un dito wireless?

e come funziona? Tutti vogliono vivere nella propria casa il più a lungo possibile. L'autodeterminazione, il comfort e, soprattutto, la sicurezza giocano un ruolo fondamentale in questo senso. Con la consapevolezza che [...]
Maggiori informazioni
© 2024 ilogs healthcare GmbH
Selezionare la regione
Info: Il contenuto è personalizzato in base al Paese selezionato. Offerte, prodotti e prezzi possono variare da Paese a Paese.